Scuola di cittadinanza: formazione sugli stereotipi di genere

Prosegue la «Scuola di cittadinanza» del progetto SpaziAttivi, il percorso formativo dedicato ai volontari di servizio civile e ai giovani impegnati nella cittadinanza attiva. Il quinto appuntamento si terrà sabato 11 maggio, a partire dalle ore 11:00 presso lo Spazio Rosa del Parco di San Giovanni a Trieste, e avrà come focus il tema degli stereotipi di genere. La tematica sarà affrontata in particolar modo volgendo lo sguardo alle discriminazioni nel mondo della scuola, della formazione e del lavoro.

La mattinata sarà dedicata al primo ambito, con un confronto con una delle ideatrici del tanto contestato «Gioco del Rispetto». Partendo dalle esperienze personali, ci interrogheremo sull’influenza degli stereotipi e il ruolo delle discriminazioni negli ambienti educativi vissuti come spazi di socialità, arrivando ai risvolti più negativi come le forme di bullismo legate al genere. Interverrà a questo proposito anche la rete femminista Non una di meno.

Nel pomeriggio, invece, l’attività sarà concentrata sulle discriminazioni di genere in particolare nei confronti della comunità LGBT*, nel mondo della formazione e del lavoro. Parteciperanno l’associazione Lune aps e Arcigay, attraverso laboratori, giochi di ruolo e momenti di dibattito. Si discuterà di colloqui di lavoro, gap salariali, forme di ricattabilità violenza e bullismo, costruendo un quadro della situazione e ipotizzando assieme possibili buone pratiche di contrasto alle varie forme di discriminazione.

Sostiene l’iniziativa anche la rete Lenford, Avvocatura per i diritti della comunità Lgbt.

La «Scuola di cittadinanza» di SpaziAttivi è un percorso che affronta alcuni dei temi fondamentali della nostra contemporaneità che stanno alla base dell’impegno di Arci Servizio Civile nel campo della cittadinanza partecipata: è una scuola che non propone lezioni frontali o conferenze ma si fonda sul confronto e sul dibattito, mettendo in atto metodologie didattiche basate sulla partecipazione attiva. La «Scuola di cittadinanza» mira a offrire ai volontari di Servizio Civile, ai giovani impegnati nella cittadinanza attiva e a tutti gli interessati alle tematiche civili un’esperienza formativa tramite metodologie non-formali e laboratoriali. Dopo le formazioni sulla non violenza, le discriminazioni, l’ambiente, i beni comuni e gli stereotipi di genere, il percorso proseguirà nel mese di giugno con un incontro dedicato alle tecniche di educazione e formazione informale, un appuntamento sullo sport per tutti e uno stage finale di progettazione partecipata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *